Dar voce è diverso da prestare orecchio

by Gaspar Torriero on 11/06/2015

Certo che se tu la pensi nei vecchi termini di scarsità e di selezione a monte, il fatto che l’imbecille sia sullo stesso piano del premio Nobel e che ne abbia la medesima visibilità, è una sciagura terribile.

Ma basta un minimo di frequentazione del web per sapere che i cretini esistono solo quando te li vai a cercare espressamente (tra parentesi, perché lo fai? curiosità antropologica o ti piace sentirti superiore?).

E persino nel mondo fisico, questa mattina in treno ero seduto accanto a due giovani donne che si confidavano problemi d’amore con totale sprezzo della privacy e del riassunto: “Io gli faccio ‘Allora?’ e lui mi fa ‘Eh’ e io gli faccio ‘Beh?’ e lui mi prende la mano e fa ‘Eeeeee’ (etc. etc.)”. Dopo pochi secondi avevo in cuffia le Godberg di Perahia e ho trascorso il resto del viaggio nella più totale felicità.

Per finire, come direbbe una mia cara amica di Taranto:

“Lo que Juan dice de Pedro, dice más de Juan que de Pedro”

 

{ 1 comment }

Analisi delle ricerche su Wikipedia con R

by Gaspar Torriero on 27/05/2015

Matteo Renzi (Wikipedia Italia) 2010-2014
Renzi_it

 

Giuseppe Civati (Wikipedia Italia) 2010-2014

Civati_it

 

Barack Obama (Wikipedia Italia) 2010-2014

Obama_it

Gianni Morandi (Wikipedia Italia) 2010-2014

Morandi_it

Occhio alle differenze di scala; e chissà se sei in grado di individuare le ragioni dei diversi picchi.

Tramite il sito stats.grok.se è possibile analizzare le statistiche di traffico degli articoli di Wikipedia, ma solo un mese alla volta.

Per fortuna c’è R, il linguaggio funzionale più amato dai quant, che con questo piccolo script ti permette di scaricare e di rappresentare graficamente un periodo qualsiasi per una chiave di ricerca qualsiasi in una qualsiasi lingua.

Come dire: Excel è fantastico, ma ha i suoi limiti.

{ 0 comments }

La fava e il commercio equo

by Gaspar Torriero on 20/05/2015

La fava di cacao, sui mercati internazionali, vale circa $2.250/ton.

cacao

La tavoletta di cioccolato all’Esselunga costa €10-20/kg. I cioccolatini anche €30/kg.

cioccolato

Capisci quindi come è importante la notizia che la Costa d’Avorio, maggior esportatore mondiale di fave di cacao, ha inaugurato la sua prima fabbrica di cioccolato.

Da sempre io penso che il cosiddetto commercio equo e solidale sia una truffa ipocrita ai danni dei paesi produttori di materia prima (ma anche del consumatore occidentale), e che l’unico modo serio di aiutare i paesi in via di sviluppo sia appunto quello di trasferire tecnologia e di favorire la produzione locale e l’esportazione del prodotto finito, invece di tenerli incatenati alle commodities.

Benzina invece che petrolio, maglioni invece che lana grezza, cioccolatini invece che fave di cacao, eccetera.

{ Comments on this entry are closed }

come lacrime nella pioggia

by Gaspar Torriero on 09/04/2015

Addio socialino palestra di vita, dove ho imparato a bloccare i fake, i biliosi, i tristoni, i noiosi, e a seguire solo le persone interessanti. E’ stato bello finché è durato, ma lo sapevamo che non poteva durare. Addio! E grazie.
friendfeed.JPG
Gaspar, FRENF.IT aspietta attè! – Xabaras (G.O.)
minchia che noia – virus
Meteoropatici – Ubikindred
(Così, giusto per farmi bloccare sul finale) – Ubikindred
Uni tristone e noioso. – S. from iPhone
“dove ho imparato a bloccare i fake, i biliosi, i tristoni, i noiosi, e a seguire solo le persone interessanti” – deve essere per questo che non ti ho sentito nominare fino a ora. 😀 – Fabrizio Casu
(perché non ci sono i like dei commenti? PERCHÉ? senapo grazie per i like nei commenti su frenf.it) – strega ❄
fab BILIOSO BILIOSO – strega ❄
No, prego, meteopatico. – Fabrizio Casu
ah ok – strega ❄
avevo letto “i biliosi, i TRILIOSI” e mi sembrava un’ottima rappresentazione di certuni quassù… – .mau.
Se non conoscete Gaspar, non conoscete L’Internet :)Federico Bolsoman
Bolso: so’ tutti pupi, che ci vuoi fare – .mau.
(highfive) – Federico Bolsoman
triliosi <3 – strega ❄
e i trilobiti puccy – Lorenzo R v rs
Addio – obe
“Interessanti” solo per me ovviamente, che “interessanti per tutti” su internet non esiste. Il “Best of day” e la home, per me potevano anche eliminarli. – You (edit | delete)
sono generazioni internettiane successive – Massimo Morelli
chi cazzo è questo? – braciola
Però mi pare di capire che dopo la grande abbuffata dei primi dieci anni, comincia a fasi strada il principio che “pochi ma buoni” è preferibile a “cani e porci”. Siamo insomma sulla buona strada. – You (edit | delete)
Ciao braciola, sono uno che si è slucchettato per il gran finale. Ho fatto male? – You (edit | delete)
ciao Gaspar! :)pm10
hai fatto benissimo! Molto piacere! – braciola
Ciao Susan! – You (edit | delete)
Hey! Ciao – Andrea Beggi
Ciao Andrea (il Beggi Migratore:-) – You (edit | delete)
Esempio: “Questa mattina quando mi sono affacciato su frenfi, ho visto un Beggi Migratore appollaiato sul mio account” 😛 – You (edit | delete)
Che bello, il Beggi migratore, il canto del cigno di FF, e il Gaspar tordiero (ornithologic comment) – Dema
Grazie Dema, gaspar tordiero me lo segno – You (edit | delete)
uè Gaspar, però non lo usavi molto ‘sto socialino – brodo
quasi niente, direi. – Massimo Morelli
Carlo, Massimo: è vero che non ci scrivevo molto, ma leggevo tantissimo, laikavo spesso e commentavo a volte –You (edit | delete)
Chi cazzo è Braciola? (ciao Gaspar) – massimo mantellini
Dema! – Andrea Beggi from Android
E noi che ci chiedevamo come sarebbero stati i pesci del devoniano. – Massimo Morelli
(Ciao Massimo) – You (edit | delete)
Massimo, inferiore o superiore? – You (edit | delete)
Beggi, Gaspar, Bolso, Morelli, Mantellini, Susan, i barcamp, un’era geologica fa. – Dema
una volta usciti dal’acqua è diventato superiore – Massimo Morelli
pensa te che devo arrivre alla fine del frenfi per scoprire che braciola è dema. (o sono io che ho capito male?) [ciao dema!] – pm10
usciti dall’acqua per poi estinguersi in massa, bella fregatura – You (edit | delete)
doch. Tu muori, ma i tuoi discendenti diventano aquile. – Massimo Morelli
(per adesso sono brutti anfibi, ma darwin ha tempi lunghi) – Massimo Morelli
(ok, ci può stare) – You (edit | delete)
[che bello sentirsi a casa] – pm10
No, dema è dema, no braciola. Ho smesso di mangiare la carne rossa; l’età, il colesterolo, i trigliceridi, cara mia signora Susan :-)Dema
ah, ok, poca carne rossa anche qui. 😉 – pm10
Arrivederci Gaspar – Isola Virtuale
Ciao Salvatore, a presto. – You (edit | delete)
Citizencamp 2007, Casalecchio. Ormai il Devoniano è bello che passato. – Federico Bolsoman
ma anche Freelancecamp 2015, 15-16 maggio a Ravenna – You (edit | delete)
Io l’unico camp dove sono andato credo sia il femcamp – brodo
Gaspar ci rileggiamo di là (frenf.it) oppure no? – Felter Roberto
e comunque qui mangio io carne rossa per tutti. – Felter Roberto
Brodo eri venuto a salutarmi al MART e non ti ho riconosciuto, volevo morire – You (edit | delete)
Ciao tesoro :-* – Mitì Vigliero
Ciao Mitì, bacione. – You (edit | delete)
Comunque, a chi chiede chi è Gaspar, risponderei: un drago garbato. – Zu
Ciao Giulio, dici che ho l’alito pesante? – You (edit | delete)
tanti cuori Gaspar! – djangol judas
Ciao Daniela, ancora grazie per quella foto psichedelica che mi avevi scattato tu e che è stata il mio avatar per molto tempo. – You (edit | delete)
Lia, Kapuściński del frenfi buongiorno! dove potremo continuare a leggere le tue storie di mondi lontani? – You (edit |delete)
grazie a te, mi ha sempre fatto molto piacere che ti avesse divertito quella foto e che tu l’avessi scelta<3 – djangol judas
frenf.it +1 (ciao Felter-salvato-dalle-acque) – You (edit | delete)
Ciao ANZYANI – zio bodhisattva
[Gaspar, non dare corda, poi arriva gente come lo Zio] – […]
Ciao Alessandro, volevo dirti che alla mia vicina di casa hanno regalato un viaggio a piacere, e lei ha scelto di andare a Cuneo. Siamo tutti molto preoccupati. – You (edit | delete)
[a proposito, Facebook mi avverte che un certo account è stato bloccato causa “pending investigation”Ne sa qualcosa?] – You (edit | delete)
[ovviamente no] – […]
Questo thread mi ha fatto venire in mente che per maggio prossimo mi hanno invitato al pranzo dei compagni delle superiori. – zio bodhisattva
io invece dovrò organizzarlo per il maggio 2016. Che sarà il trentennale del diploma. – Felter Roberto
zio, ci andrai? o declinerai causa impegno susseguente? – You (edit | delete)
ci vado ci vado. vado a vederli tutti bolsi, canuti e inaciditi, e risplenderò per contrasto nella mia beltade. – zio bodhisattva
SOLUZIONE PER I PRESBITI –> “CTRL +” A PIACERE – Andrea Beggi
Chi cazzo è questo zio bodhisattva che offende? – massimo mantellini
Ciao Gaspar :)Stefania [stered]
Ciao Stefania! – You (edit | delete)
Massimo lascia perdere, il ragazzo si bulla fin che può http://www.placidasignora.com/2011…You (edit | delete)
Ciao GASPART – wolly
ciao Gaspar. – aurora from YouFeed
😀 io ti ho incrociato al primo barcamp di Roma. li ho conosciuto anche Beggi, Stefigno e tanti altri <3 – senzastilefrom Flucso
Ciao Gaspar, oramai non frequento piu’ il lago – sciack
Ciao Wolly, ho un problema con il WordPress di un cliente, me lo risolvi a gratis entro domattina grazie – You (edit |delete)
Ciao Auro, ninja dei social, una volta ti ho visto fare una mossa che ancora me la ricordo: il riflesso fulmineo, l’eleganza,la facilità – You (edit | delete)
Ciao Senzastile – You (edit | delete)
Ciao Sciack, cosa ti perdi! Oggi era uno spettacolo. – You (edit | delete)
Ricordo a tutti una delle massime stampate nella roccia della internet: La vera misura dell’autorevolezza è la quantità di stronzate che posso scrivere impunemente, prima che si sappia che sono un cretino. – bloggo
Toh guarda c’è anche Bloggo! Pensavo si fosse cancellato, così come Gaspar! – AndreaR from FFHound!
ciao Gaspar – zuck from Flucso
Dài Gaspar che ci vediamo in giro – Jannis
questo thread mi ringiovanisce (markettari, #valetutto) – mu
Ciao Bloggo, saluti alla tua bella famiglia :)You (edit | delete)
Ciao Zuck, ci siamo conosciuti allo zenacamp, giusto? Se non sbaglio, tu eri l’unico che per la sua presentazione si era stampato le note. Sappi che da allora nutro per te il più profondo rispetto. – You (edit | delete)
AndreaR ci siamo tutti, e chi non c’era è tornato per il gran finale. – You (edit | delete)
Ciao giovane Jannis, noi ci vediamo senz’altro a Trieste per SotN (al SotN di Udine invece avevo conosciuto tuo padre, quello hippy anziano con la barbona e la chioma fluente) – You (edit | delete)
Gaspar era il bzaarcamp, dove tu ci hai fatto fare ‘ginnastica’ – zuck from Flucso
La memoria, la memoria! D’altronde sono fatti che si perdono nella notte dei tempi. – You (edit | delete)
Questo thread è un po’ troppo sdolcinato. Troppi pesci e pochi anfibi. – Massimo Morelli
Massimo, dopo faremo cerchio attorno al fuoco e con il ciglio umido canteremo “ma noi ci rivedremo ancor…” – You(edit | delete)
(mu? chi sei? ci conosciamo da millemila anni e non ti riconosco?) – You (edit | delete)
:) no non ci conosciamo di persona (in quei tempi nick Muzak, sempre letto molto e scritto pochissimo, sono in debito con molti anche in questo thread) – mu
Tutto ebbe inizio il 2 dicembre 2006 (almeno per me) 😉 https://flic.kr/p/tzgP8Andrea Perotti
che bello questo thread :-) Ciao Gaspar, ma le cene dei blogger comaschi non le fate più? mi piaceva imbucarmi! –Frieda
Ciao Frieda, il blog è morto, e con lui anche le cene (ma nel caso ti invito senz’altro) – You (edit | delete)
(Nel frattempo, avendo io tolto il lucchetto, tra ieri e oggi già tre fake spammosi si sono iscritti al mio account. Per favore qualcuno spieghi ai bot che è finita) – You (edit | delete)
Ma torniamo in argomento: qui ho scoperto che bloccare è cosa buona e utile. Se ripenso a quelli che ho bloccato, fake (tutti) e persone (poche), mi sembrano (a me, ovviamente) accomunati dall’essere delle macchiette monodimensionali. tipo quella che insulta tutti sempre “dall’alto” di una superiore cultura, quello che insulta tutti “dal basso” di un accento meridionale, etc. etc. Le persone reali sono mille volte più interessanti, nel loro essere a volte brillanti, a volte ingenue, a volte stronze, a volte vulnerabili. E il tempo a mia disposizione non è infinito. – You (edit |delete)
Beh, un po` di sgradevolezze si può sopportare. Se diventano troppe hai ragione. – Massimo Morelli
Massimo, apposta avevo creato la categoria “Meteopatici”, per quelli che non sai mai se ti arriva un bacio o un calcio. Il sottotitolo era “Open at your risk, use with discretion” – You (edit | delete)
<3 uomo di grande saggezza – pm10
vero, Susan. Per dire, qua è tutte le volte che l’ho menzionato o citato nel blog: http://bit.ly/1Im5NUI (e così rispondo anche al “dubbio” sull’attributo di drago) – Zu
Mi hai fatto tornare indietro nel tempo – zuck
(Nel frattempo abbiamo superato i 100 commenti senza neanche un vaffa. Ciao Enrico Sola, non avere paura di questo socialino e iscrOHWAIT) – You (edit | delete)
beh, all`inizio del thread hai rischiato, poi sono intervenuti gli anziani ad addormentarlo – Massimo Morelli
(ho il sospetto che i fake spammosi siano sempre gli stessi, è una vita che da me non si iscrive più nessuno) – .mau.
Massimo, a maggior ragione. – You (edit | delete)
questo thread mi ricorda il ff di quando mi sono iscritta io. Un bel mondo :)mastrangelina
Mafe dice sempre che ognuno vede il socialino che vuole vedere, e io penso che questa sia una delle cose più vere che siano mai state dette (su l’internette) – You (edit | delete)
[esatto; è pure una delle frasi più boomerang che si possono pronunciare, ma glissiamo] – […]
Nella foto di Perotti ci sono un Beggi e un Kurai. – aurora
riconosco anche un Diego Bianchi capellone, un Palmasco e un Marco Cilia – You (edit | delete)
io la Lia la incontrai a Genova dopo il cosiddetto fiorella camp organizzato estemporaneamente con Sola (nel senso di Enrico) ancora ammogliato con Diana e Marina Remi. – aurora from FFHound(roid)!
pensa che io Lia l’ho incontrata al Cairo – brodo
Un giorno del lontano 2009 Bloggo mi disse che c’era un’emergenza ovvero Lia doveva bloccare la sua connessione wifi alla quale tutti i vicini si collegavano a scrocco. È così che ho “conosciuto” Lia, su Gtalk 😉 E questa è la prova provata: http://www.ilcircolo.net/lia…Andrea Perotti
io Lia l’ho consociuta sul terrazzo della casa che divideva col snp :) mi offri il caffe’ :) <3 – pm10
Lia stavo illustrando la mirabolante novità dei blog alla redazione di Millionaire e feci vedere il tuo; una giornalista si innamorò all’istante e decise di scriverci il pezzo. – You (edit | delete)
L’adunata mia che dice Lia era una piccola festa di compleanno ;-D (quando torni la rifacciamo). – Mitì Vigliero

{ Comments on this entry are closed }

Nevica

by Gaspar Torriero on 23/03/2015

{ Comments on this entry are closed }

In cucina: cinque attrezzi irrinunciabili

by Gaspar Torriero on 21/03/2015

Non dico che mi hanno cambiato la vita; ma con questi attrezzi ho un rapporto simbiotico e di dipendenza:

1. Il tagliere del pane

Il tagliere a griglia per il pane

 

Molto low-tech ma indispensabile per tagliare il pane senza sbriciolare in giro. Ce l’ha regalato vent’anni fa un cugino medico con l’hobby della falegnameria (grazie Nico!) e lo usiamo tutti i giorni.

2. La macchina del pane

La macchina del pane Kenwood

Il pane di Como non è buono, e non dura più di 12 ore. Quindi facciamo il pane in casa quasi tutti i giorni, di molti tipi diversi. I miei preferiti sono quello con le patate, quello con il formaggio e quello con lo yogurt. Nel corso degli anni abbiamo cambiato un sacco di macchine del pane di varie marche. Di solito si rompe la giunzione di plastica che collega il perno al fondo della vaschetta. La macchina della Kenwood resiste da due anni e non mostra segni di cedimento: direi che è la migliore che abbiamo avuto finora.

3. La yogurtiera

La yogurtiera

L’anno scorso c’è stato una discussione sul mio socialino preferito a proposito dello yogurt fatto in casa, e ho deciso di provare anch’io. Ho comprato la yogurtiera più economica che ho trovato su Amazon e ho cominciato la produzione: grande successo di critica e di pubblico! Con un litro di latte UHT e un vasetto di yogurt, produci sei vasetti da mangiare e un vasetto da reimpiegare per la produzione successiva. Lo yogurt viene bello compatto e buonissimo. A me piace molto mescolato con pasta d’acciughe, passata di pomodoro e peperoncino macinato; ma anche con la marmellata.

4. Le bollicine fatte in casa

gasificatore

Pensare che una volta andavo al super e mi caricavo di bottiglie di plastica piene d’acqua, mi viene da ridere. L’Acqua del Sindaco è molto più buona, costa molto meno e mi arriva in casa direttamente: le bollicine le aggiungo io. Il gasificatore in foto è il modello base della sodastream. Ce ne sono altri più fighi e più cari ma questo funziona bene lo stesso.

5. La macchina del caffè

Caffettiera americana

La usiamo solo per la colazione, ma non credo potrei sopravvivere senza. Dosi per due persone addormentate: quattro cucchiai grandi di caffè e acqua fino alla settima tacca. Io lo bevo in una tazzona da litro, aggiungendo un quarto di latte. Niente zucchero.

{ Comments on this entry are closed }

Excel: dieci errori da non fare

by Gaspar Torriero on 26/02/2015

Excel è un programma molto utile, che fa risparmiare un sacco di tempo e di fatica a chi lo usa correttamente, ma che può facilmente trasformarsi in un buco nero del nostro tempo se usato male. Siccome mi capita di vedere che certi errori sono frequentissimi e fanno perdere un sacco di tempo inutilmente, elenco qui i più drammatici, a monito de li piccini.

0. Riempire le celle di testo

Questa è la madre di tutti gli errori e quindi non entra nel conto: usare Excel per scrivere cose che non sono elenchi e non contengono nessun calcolo. Cos’ha Word che non va? Excel non è bravo a scrivere. No calcoli, no Excel.

1. Dopo aver modificato una cella, cliccare fuori per uscire

Questa la vedo spessissimo ed è forse la principale fonte di errori e perdita di tempo, soprattutto per chi non conosce il programma ma deve usare fogli di calcolo preparati da altri. Non c’è problema se la cella contiene testo; ma se la cella da modificare contiene una formula, quando clicchi fuori ne modifichi i riferimenti (ma non te ne accorgi). Dalla modifica di una cella si esce con ESC per non modificare nulla, oppure con ENTER o TAB per confermare la modifica.

Ovviamente è responsabilità di chi ha preparato il foglio di accertarsi che il destinatario abbia le capacità necessarie per usarlo al meglio; oppure di proteggere adeguatamente le formule a rischio.

2. Tenere più tabelle sullo stesso foglio

Ti serve aumentare la larghezza di colonna della tabella sopra, e sballano gli allineamenti della tabella sotto. Sposti una riga della tabella di sinistra, ma hai spostato anche la riga della tabella di destra. Una tabella per foglio, e il problema è eliminato alla radice.

3. Inserire righe vuote o colonne vuote all’interno di un elenco

Questa mi provoca crisi di pianto dirotto ogni volta che la vedo (cioè quasi giornalmente). La riga di bellezza inserita subito sotto alla riga dei titoli mi ammazza tutte le selezioni automatiche della tabella e mi costringe ogni volta a selezioni manuali: per i filtri, per gli ordinamenti, per le pivot. Insomma, voglio più spazio? allargo la riga dei titoli. La zona corrente è una religione, e righe e colonne vuote sono anatema.

4. Scrivere i nomi delle colonne di un elenco su più righe

Se la prima colonna è Codice Cliente e la seconda è Nome Cliente, e tu lo scrivi su due celle, Excel guarda solo la riga sopra ai titoli e per lui i due campi si chiamano entrambi Cliente. Questo lo manda in confusione e non capisce più nulla. Se il titolo è lungo, usa l’a capo nella cella.

5. Unire celle in un elenco

Qui ho visto cose che noi umani neanche ci sogniamo. La prima cosa che succede è che non puoi più fare gli ordinamenti: quindi te li fai a mano. Quindi perdi tempo, e fai errori, Quindi devi ricontrollare, e perdere altro tempo, e passano le ore. In generale, unire celle in Excel crea sempre problemi ed è da evitare.

6. Formattare a mano i titoli di una tabella

Invece di spendere le più liete ore con bordi, sfondi e colori, ci sono gli stili già pronti, da applicare con un clic. Hai tempo libero? alzati, fatti una passeggiata, fai due chiacchiere con qualcuno, vai a trollare Gasparri su Twitter. Qualsiasi cosa pur di non passare la tua vita a formattare celle di Excel.

7. Colorare a mano le righe di un elenco

Colori queste righe in giallo per segnalare che sono clienti pericolosi. Poi colori in rosso quelli morosi, poi in verde quelli bravi, poi in viola quelli tristi, e in arancione quelli indecisi, e il tuo foglio diventa tutto un arcobaleno di colori, e adesso ci vuole la legenda, e un cliente bravo è diventato moroso e bisogna cambiare il colore a mano. E passano le ore. Ma il problema principale è che hai inserito delle informazioni importanti in forma di colore, ovvero in forma inutilizzabile da parte di Excel: prova per esempio a fare la somma del fatturato per colore, e poi dimmi quanto ci hai messo.

Se hai bisogno dei colori usa la formattazione condizionale, che è automatica e non porta via tempo.

8. Allineare al centro una colonna di cifre

L’allineamento predefinito di una cella è a destra per i numeri, a sinistra per il testo. Questo viene molto utile quando devi inserire tanti numeri: se non li vedi andare a destra, c’è un errore e te ne accorgi immediatamente. Ma se hai forzato l’allineamento al centro, non te ne accorgi più, e ti tieni l’errore.

9. Usare il grafico a coni o a piramidi

Sono bellissimi e scenografici, specie quelli tridimensionali, ma sono assolutamente incomprensibili. Il grafico deve essere chiaro: se lo guardi a schermo intero da cinque metri di distanza e non si capisce, hai buttato via il tuo tempo.

10. Raccogliere su più fogli i dati che riguardano una singola situazione

Lo scenario è più o meno il seguente: per raccogliere le spese di viaggio dei tuoi commerciali, prepari un foglio per ogni persona e per ogni mese. In questo modo ti viene molto facile, a fine mese, sommare la colonna delle spese e trovare l’ammontare del rimborso mensile. Ma che succede a fine anno? Ti trovi a giostrare con centinaia di fogli. E se devi fare il totale? E se ti serve il totale per linea di prodotto? Ecco che partono i formuloni lunghi due righe (e fai prima a fare i calcoli a mano).

Se invece crei una unica tabella con dentro tutti i viaggiatori e tutte le date, con filtri e pivot ottieni rapidamente e facilmente tutte le risposte che ti servono, senza scrivere neanche una formula e quindi senza possibilità di commettere errori.

(Ecco, mi sono sfogato :-))

{ Comments on this entry are closed }

Happy Valentine!

by Gaspar Torriero on 14/02/2015

{ Comments on this entry are closed }

Formiche!

febbraio 8, 2015

Qualche esercizio per il corso di Scratch.

Read the full article →

Buon 2015!

dicembre 28, 2014

La famiglia Torriero augura a te personalmente un felice anno nuovo, e ti ringrazia per la visita. Marco Leo Alejandro Matteo Alessandro Gaspar Elena Renata Elena Anna Pietro Elena Fiona

Read the full article →